La Murùsa

  

 

Stile: RED ITALIAN GRAPE ALE

Alc. 7,0% vol.

Formato birra disponibile: 75cl e Fusto Polykeg con sacca da 24l

Elegante e profumata

La Murùsa, dal dialetto locale "La Fidanzata"

ALLA VISTA: birra di color rosato carico. Schiuma fine, di ottima persistenza con buona carbonazione idonea allo stile.

AL NASO: dal bicchiere fuoriescono incantevoli profumi di fragoline di bosco, lamponi, ribes e mirtilli.

IN BOCCA: si apre con un delizioso aroma fruttato di uva rossa selvatica, giovane e rinfrescante, con accenni maltati di biscotto e pasta brisee accompagnate da delicate note di vaniglia. Il finale si chiude dolce e lievemente asprigno, con la sensazione generale di una bevuta vivace e effervescente. Il mondo della birra incontra al palato quello del vino, con aggiunta in fermentazione di uve di Syrah coltivate dall’ Azienda Agricola “Le Terrazze”, con vitigni ubicati nello splendido scenario naturalistico del Parco Regionale di Montevecchia e della Valle del Curone. Realizzata in collaborazione con l’enologo Francesco Invernizzi, affermato esperto internazionale di lieviti e fermentazioni.

ACCENNI ALLO STILE BIRRAIO: florido esempio di stile autoctono prodotto in Italia, si presta, essendo stile di recente introduzione, a molteplici interpretazioni.

ABBINAMENTI GASTRONOMICI: birra molto particolare negli accostamenti, si presta ad accompagnare sapori delicati. Adatta a formaggi freschi, a piatti di pesce al vapore o al cartoccio, a cruditè di mare e tartare di tonno o salmone. Indicata con macedonie di frutta, panna cotta e dessert in combinazione con piccoli frutti.

  

C’è chi crede che ogni incontro è merito del destino.

Strutturato fin dal principio, progettato, già scritto, qualcosa a cui non si può fuggire, contro cui, prima o poi, si andrà a sbattere comunque.

E poi c’è chi crede che ogni incontro è merito del caos.

Un disordine di fili che attorciglia vite, esperienze, persone, cose. Passi sparsi uniti dalla casualità.

Questa è la storia di qualcuno che forse non avrebbe mai dovuto incontrarsi, una storia che i più definirebbero priva di senso. Da non scrivere, a cui non affidare un futuro.

Ma a volte i più sbagliano, a volte sono gli incontri imprevisti quelli che raccontano le storie più vere.

Destino, casualità, forse una buona dose di entrambi.

Si dice che si beve vino o birra, si fa differenza tra qual è più femminile o maschile, qual è meglio bere in compagnia o da soli, si dice.

Si dicono tante cose.

Vino o birra, quasi fosse una scelta. Eppure un giorno vino e birra si incontrarono.

Un giorno qualunque, uno come tanti, con un tramonto a colorarlo e nulla di più.

Erano loro a fare il più, a essere il tutto. Inaspettato. Come le cose più belle.

 

Style : RED ITALIAN GRAPE ALE

Alcohol: 7 % by volume

Available size: 75cl and Polykeg keg with 24litres bag

Elegante and fragrant

Murusa, from local dialect “The girlfriend”

Appearance: Rose-tinted beer, with a persistent creamy head and substantial carbonation based on style

On the nose: aromas of wild strawberry, raspberry, currant and blueberry

Mouthfeel: the first taste on the palate is fruity and  refreshing, of red wild grapes, with a touch of cookie malt, shortcrust pastry and vanilla hints.  The sweet and moderately sour aroma in the end gives the general sensation of a flavorful and vibrant beer.

Beer meets wine, with the addition of Syrah grapes during the fermentation process. These grapes are grown by the farm “Le terrazze”, based in Montevecchia, sorrounded by the spectacular scenery of “Montevecchia e Valle del Curone” regional Park.

This beer is made in collaboration with the oenologist Francesco Invernizzi, well-known international expert of yeasts and fermentations.

Beer style: Example of indigenous italian style. Being quite recent, it can undergo different interpretations.

SUGGESTED FOOD PAIRINGS: This beer is a perfect match to accompany delicate flavours like fresh cheese, boiled or grilled fish, seafood crudité and tuna tartare. Perfect for fruit salads, panna cotta and desserts in combination with little fruits.

 

 

 

Some people believe that every encounter is a product of destiny. Already written and planned, something people can't escape , and will come across sooner or later.

And then there are other people who believe that every encounter is created by chaos.

A mixture of connections that join lives, experiences, people and things together. Random steps joined by fate.

This is the story of someone that maybe should never have met, a story that most people would define as non-sense. A story not to write or to tell.

But sometimes what most people think is not true, sometimes these unexpected encounters are the ones who tell the best stories.

Destiny, chance, maybe a mixture of both things.

Thay say that people like either beer or wine, they make a difference between the ones that are more feminine or masculine, the ones that is better to drink alone or with other people.

They say lots of things.

Beer or wine, as if it was a choice. Yet, one day beer and wine met each other. A normal day, with a sunset to put color on it, that's all.

They made everything, they were everything. Something unexpected, like the best things.